Osterfestspiel Baden-Baden 2014 – Simon Rattle e Anne-Sophie Mutter
Scritto da Gianguido Mussomeli   
Lunedì 21 Aprile 2014 00:00
Foto © Stephan Raboid

Nelle due repliche del secondo programma sinfonico presentato dai Berliner Philharmoniker all’ Osterfestspiele di Baden Baden si alternavano due soliste appartenenti al gotha del concertismo internazionale, Anne-Sophie Mutter e Sol Gabetta. La sera dell’ appuntamento con la Mutter, la piazza antistante il Festspielhaus era occupata da numerosi pullman pieni di appassionati giunti da tutte le parti del Baden-Württemberg, come accade sempre quando la celebre violinista si esibisce da queste parti. Anne-Sophie Mutter infatti è originaria di Rheinfelden e in questa zona è considerata alla stregua di una vera e propria icona nazionale, sempre festeggiatissima nei concerti che tiene regolarmente pressochè ogni anno qui da noi. Teatro esaurito e pubblico delle grandi occasioni per questa serata diretta da Sir Simon Rattle, con una programma fatto apposta per mettere in evidenza al meglio le qualità di questa straordinaria macchina da musica, che in dieci giorni a Baden-Baden ha presentato otto serate liriche e sinfoniche e una ventina di concerti cameristici. Il timbro sontuoso dei Berliner, la flessibilità e la ricchezza di colori costituiscono sempre un’ esperienza sommamente appagante per chi ha la possibilità di ascoltare dal vivo questa fantastica orchestra, in cui le stupende capacità tecniche di tutti i componenti si integrano a formare un suono d’ insieme col quale pochissimi complessi al mondo sono in grado di confrontarsi.

 
Osterfestspiele Baden-Baden 2014 – Zubin Mehta e Yefim Bronfman
Scritto da Gianguido Mussomeli   
Domenica 13 Aprile 2014 00:00
Foto ©Monika Rittershaus

Dopo la Manon Lescaut inaugurale, della quale riferirò prossimamente, l’ Osterfestspiele Baden-Baden presenta in questi giorni, oltre a una nutrita serie di manifestazioni collaterali, i consueti concerti sinfonici e corali dei Berliner Philharmoniker. Il primo di essi è stato diretto da Zubin Mehta, in una sala gremita in ogni ordine di posti, con una significativa presenza di pubblico giovanile. I Berliner infatti hanno voluto inserire la rassegna pasquale di Baden-Baden nel loro Education-Programm condotto insieme alla Deutsche Bank, organizzando una serie di attività preparatorie destinate agli studenti, con la possibilità di assistere alle prove e di ottenere biglietti per i concerti a prezzo ridotto. Un lavoro decisamente meritevole, grazie al quale l’ Osterfestspiele diviene qualcosa di più del solito evento mondano internazionale riservato al pubblico facoltoso e assume una valenza divulgativa di assoluto rilievo.

 
Rafał Blechacz a Stuttgart
Scritto da Gianguido Mussomeli   
Martedì 01 Aprile 2014 00:00
Foto ©Felix Broede

Pubblico delle grandi occasioni alla Liederhalle per l’ attesissimo recital di Rafał Blechacz , il ventinovenne pianista nativo di Nakło nad Notecią, affermatosi in questi anni come uno dei concertisti più prestigiosi delle ultime generazioni. Impostosi all’ attenzione del mondo musicale internazionale con la vittoria nell’ edizione 2005 del prestigioso Premio Chopin a Varsavia, Rafał Blechacz ottenne in quell’ occasione un trionfo senza precedenti vincendo, oltre al primo premio, tutti i riconoscimenti speciali. A sottolineare ulteriormente l’ eccezionalità del giovane talento, il secondo strumentista polacco a ottenere il premio dopo la vittoria di Krystian Zimerman nel 1975, la giuria decise di non assegnare il secondo posto. Da allora il giovane pianista ha iniziato una carriera internazionale che lo ha portato a esibirsi in tutte le sale più prestigiose del mondo, con entusiastici consensi di pubblico e di critica. Subito dopo la vittoria nel concorso Chopin, la DG lo ha scritturato con un contratto discografico in esclusiva, che ha portato alla pubblicazione di cinque album.

 
Christian Thielemann e la Sächsische Staatskapelle Dresden al Festspielhaus Baden-Baden
Scritto da Gianguido Mussomeli   
Domenica 16 Marzo 2014 00:00
Foto ©Festspielhaus Baden-Baden

In attesa dell’ Osterfestspiele con i Berliner Philharmoniker, il cartellone del Festspielhaus Baden-Baden proponeva, tra gli appuntamenti più interessanti, due concerti della Sächsische Staatskapelle Dresden sotto la direzione di Christian Thielemann, che dal 2012 ne è Chefdirigent. Sono andato ad assistere alla seconda serata, nella quale era in programma la Quinta Sinfonia di Anton Bruckner. Un concerto davvero stupendo, emozionante, sicuramente uno dei migliori tra tutti quelli che ho ascoltato negli ultimi anni. Quando si va a sentire la Sächsische Staatskapelle Dresden, che è senza discussioni la migliore orchestra tedesca insieme ai Berliner Philharmoniker e una delle migliori formazioni sinfoniche del mondo, le aspettative sono sempre elevate; questa volta, devo dire che Thielemann e il complesso si sono espressi ai massimi livelli, per una esecuzione destinata a rimanere un punto di riferimento nella memoria di tutti coloro che erano presenti. Un Bruckner intenso, grandioso, monumentale e avvincente per la tensione narrativa straordinaria che il direttore berlinese ha impresso alla sua lettura.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 97