Il pianoforte è uno degli strumenti musicali maggiormente popolari. I musicisti ne apprezzano la versatilità, oltre che il suono melodioso, facile a prestarsi a interpretazioni di varia natura.

Lo strumento è suonabile da professionisti e amatori, ma per raggiungere un’abilità soddisfacente è necessario fare pratica, dedicando una parte del proprio tempo all’esercizio quotidiano.

Tra le prassi più adottate, nell’ambito dell’apprendimento della pratica, vi è quella di cimentarsi nell’esecuzione di pezzi semplici, contraddistinti da spartiti di facile lettura.

A tal proposito, vediamo quali sono le canzoni migliori per imparare a suonare il pianoforte!

Frère Jacques (o Fra’ Martino campanaro)

Tra i brani musicali più semplici, facilmente eseguibile a pianoforte, troviamo “Frère Jacques”, filastrocca popolare francese nota in lingua italiana come “Fra’ Martino” (o “Fra’ Martino campanaro”).

A testimonianza della popolarità della canzone, è sufficiente ricordare che il brano è noto in tutto il mondo in versioni differenti.

Dal punto di vista tecnico, Frère Jacques può essere suonato con sole sei note della scala di Do, ossia i soli tasti bianchi. Tuttavia, il musicista può inserire volontariamente una nota di armonia, facendo uso della mano sinistra: la nota, un Do, può essere suonata per tutta la durata della filastrocca, ad eccezione della parte finale, in cui risuonerà un Sol, con mano mancina, seguito da un Do.

Alouette

Alouette” è un altro brano popolare in grado di prestarsi all’esercizio al pianoforte. Come “Frère Jacques”, anche “Alouette” è stato composto in lingua francese, trattandosi di una popolare canzone canadese, ma la melodia è particolarmente nota in lingue differenti.

Tramandata dai soldati della prima guerra mondiale, e giunta sino ai giorni nostri, “Alouette” si sviluppa su tre accordi distinti (Do, Fa e Sol), tutti da suonare con la mano sinistra. Oltre a ciò, il brano consta di una melodia di facile lettura, da suonare con la mano libera (la destra).

La semplicità della canzone può essere ravvisata osservandone lo spartito presente online, facilmente eseguibile con un po’ di esercizio.

Jingle Bells

Una terza canzone per pianoforte, perfetta per chi ha poca dimestichezza con lo strumento musicale, è la celeberrima “Jingle Bells“. Nel dettaglio, stiamo parlando di una delle più popolari canzoni natalizie del mondo, composta nel 1857 da James Lord Pierpont, compositore e cantautore statunitense.

La canzone fu composta originariamente per il giorno del ringraziamento, ma ben presto venne “adottata” dalle festività natalizie.

Sul piano tecnico, “Jingle Bells” andrà suonata facendo uso delle 5 note della scala di Sol. La mano sinistra si troverà a ripetere sempre le stesse note, mentre la destra si occuperà di far risuonare le doppie note.

Per apprendere il brano con maggiore semplicità, l’ideale sarebbe studiare l’andamento delle mani in maniera separata: prima la sinistra, poi il comportamento della destra (o viceversa).

Twinkle, Twinkle, Little Star

Twinkle, Twinkle, Little Star” è una celebre ninna nanna composta in lingua inglese. Si tratta di un brano pubblicato in forma di distico – strofa formata da una coppia diversi – nel lontano 1803, da cantare sulle note di “Ah! Vous dirai-je, Maman”.

La melodia è particolarmente nota, oltre che semplice e di grande impatto, e può essere appresa senza difficoltà di sorta.

Il brano ha un’estensione di sei note, dal Do al La, e le battute sono composte da quattro battiti. Per quanto riguarda le note, invece, quest’ultime presentano una durata di uno o due battiti.

Apprendere i brani qui riportati è relativamente semplice, purché l’esercizio sia metodico, quotidiano e continuativo: ciò permetterà un apprendimento più rapido, utile per procedere spediti nel prendere dimestichezza nelle esecuzioni al pianoforte.